19/mar
administrator
Published in post

NEUHM annuncia per la prima volta a Napoli: PATRICE SCOTT

Per la Domenica di Pasqua, 1 Aprile, NEUHM ritorna al centro storico di Napoli con una prima volta assoluta in città: PATRICE SCOTT.
Le radici di Patrice Scott nella scena musicale di Detroit sono molto lontane. All’età di soli 11 anni ha cominciato a seguire la scia del primo gruppo di dj ‘Direct Drive’ ed è stato in questi block party che Scott ha deciso che questo era ciò che voleva fare nella vita. Sembra quasi scontato, vista l’ispirazione radicata nella musica live e nell’ambiente dei dance-floor, sia diventato noto come uno dei DJ più innovativi e dinamici della ‘Motor City’, con un sound house e techno profondamente marcato e strutturato.
In quel primo periodo della scena techno di Detroit, Patrice è stato a stretto contatto con artisti divenuti leggendari come Juan Atkins, Derrick May, Kevin Saunderson, Jeff Mills ed il personaggio radiofonico The Electrifying Mojo. Patrice è stato anche profondamente ispirato dal ‘Chicago Sound’ di Larry Heard, Ron Hardy e Frankie Knuckles, essendo le due città a poche centinaia di chilometri a ovest di distanza.
La musica di Patrice riflette gran parte della ricca gamma sonora di deep house e techno degli anni ’90, ma combinandola con un senso di innovazione costante che non dipende affatto dalle tendenze e dalle mode ma unicamente dalla passione di Scott nel cercare un mondo ultraterreno nella musica.
Nel 2006 Scott ha lanciato la sua propria label, Sistrum Recordings, e da allora ha pubblicato una lunga serie di dischi che hanno ottenuto il successo della critica. Il 2015 ha visto la tanto attesa versione dell’ album di debutto – “Euphonium” – in cui Scott ha mostrato “sbalorditive capacità produttive, sia dal punto di vista della programmazione che della composizione” (Resident Advisor).
Patrice Scott rimane una delle scene più ambiziose e interessanti, con un’incalzante attenzione per la musica unica ed esclusiva, per il coinvolgimento che ottiene sul dance-floor e la collaborazione con una serie di artisti di grande spessore sia americani che europei.
Un’artista tutto da scoprire quindi che insieme a Davide D’Amico daranno vita ad un ‘Easter Edition’ di qualità assoluta, evento che chiuderà la stagione invernale.

 

administrator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top