21/apr
administrator
Published in post

CULTURE – Tony Humphries

Situato in un tratto in New Jersey, Lo Zanzibar è stato il luogo dove il celebre Tony Humphries ha costruito la sua fama. Non tutti sono consapevoli del fatto che questo club, insieme al negozio ed etichetta discografica Movin’ Records, hanno contribuito a generare quel sotto genere dell’ House rude ma sempre soulful miscelato al gospel meglio noto come “Jersey Sound” . Alcuni avrebbero potuto realizzare che mentre questo genere prende le sue battute da Manhattan, si distaccava, ed evolveva una propria identità ben distinta dai leggendarie e sacri dancefloor della Grande Mela . Ma solo la vita notturna dei più devoti storici conosce la ricca storia dell’ influente – e , per coloro che erano lì , amato – club, che si è svolta dal 1979 fino ai primi anni ’90.

Tony J Humphries sin dall’infanzia si avvicina al mondo della musica, mentre durante tempi del college è dj per hobby. Nonostante alcune serate nei club di Manhattan, lavora inizialmente alla redazione del giornale Daily News di New York, mentre sarà soltanto nel 1980 che prenderà seriamente in considerazione la carriera di disc jockey. Più tardi, nel 1981, Humphries consegna al produttore Shep Pettibone una cassetta mixata con la sua musica, che verrà in seguito trasmessa in un programma radiofonico della famosa radio di New York, Kiss FM, dove il produttore stesso lavora. Una volta terminato il contratto con la radio, Tony Humphries sostituisce Pettibone presentando un nuovo programma, che andrà in onda per ben quindici anni, il venerdì e il sabato. Nel 1982, diventa DJ resident del club di New Jersey, lo Zanzibar Club, e ci lavorerà per ben 12 anni, fino al 1994, in quegli anni lavora anche in molti altri illustri clubs, come lo Studio 54 di New York.

 

Nello stesso periodo, Tony esporta il cosiddetto “Garage Sound di New York” in Europa, primi fra tutti a Londra al Ministry of Sound. Nel 1997, dopo aver passato tanti anni in Europa, ritorna in America, per lanciare la sua etichetta discografica, la “Yellorange”, una delle etichette house più prestigiose, che poi nel 2005 passerà il testimone alla “Tony Records”, che ottiene in pochissimo tempo ottimi risultati.

Nella sua carriera, Tony Humphries, ha realizzato più di 200 remix per artisti molto importanti. Fra i tanti, sono da ricordare i suoi primi lavori, ad inizio di carriera, per Mtume, che gli fece vincere il suo primo disco d’oro, per Chaka Khan, Regina Belle, Donna Summer, Jungle Brothers, Queen Latifah. In anni più recenti, ha collaborato con Boy George, Dee Lite, Dimitri from Paris, Beloved, Inner City, Soul II Soul, Brand New Heavies, Adeva, Klf, Juliette Roberts, i Cure e Lil Louis.

administrator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top